Kenya, volontaria italiana di 23 anni rapita

Reading Time: 1 minute

Una volontaria di 23 anni, Silvia Costanza Romano, di Milano, è stata rapita sulla costa sud orientale del Kenya, nella contea di Kilifi. Joseph Boinnet, capo della polizia kenyota, ha reso noto che il rapimento è avvenuto ieri sera, intorno alle ore 20.

Celere l’intervento degli organi di competenza che stanno lavorando attivamente con l’ambasciata italiana e con la famiglia della cooperante.

LEGGI ANCHE: Londra, italiano picchiato perché creduto musulmano

La 23enne lavora per l’organizzazione Africa Milele Onlus, con sede a Fano, nelle Marche, in veste di volontaria. Il compito dell’organizzazione è quello di occuparsi di progetti a sostegno dell’infanzia.

Silvia era tornata in Kenya i primi di novembre: aveva già passato lì alcuni mesi per occuparsi di alcuni progetti di cooperazione internazionale. La volontaria è stata rapita durante un attacco a Chakama, a circa 60 chilometri a ovest di Malindi. Risulta però ignota la dinamica del rapimento.

Alcune fonti locali stanno dando il loro contributo riguardo le dinamiche: alcuni parlano di un assalto nella zona del mercato, altri di un attacco diretto alla casa per bambini gestita dalla Ong italiana.

rapita

Un altro quotidiano locale racconta che sul posto, al momento dell’assalto, c’erano circa 80 persone armate in modo pesante e pronte ad attaccare il villaggio. Si pensa che il comando possa appartenere alle milizie di Al-Shabaab, ma ancora non ci sono conferme o rivendicazioni.

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine: si ipotizza il reato di sequestro di persona per finalità di terrorismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *