Londra, italiano picchiato perché creduto musulmano

Reading Time: 1 minute

Grave atto di razzismo quello accaduto a Londra dove un giovane barista italiano è stato aggredito da tre ragazzi. L’episodio è stato reso noto dal giornale “Evening Standard”.

Il barista è stato aggredito da 3 inglesi ubriachi. L’italiano era stato scambiato per un musulmano e quindi picchiato. La vittima si chiama Dario Antonioni ed ha 20 anni. Dario è stato aggredito il 10 giugno del 2017 ma la vicenda è tornata a far discutere perché di recente si è svolto il processo.

LEGGI ANCHE: Isis a Milano: arrestato lupo solitario

Secondo quanto testimoniato dalla vittima, lui era appena uscito dalla stazione Canada Water. In quel momento gli si sono avvicinati 3 giovani visibilmente ubriachi che gli hanno gridato: “Musulmano di merda, tornatene a casa tua“. Gli hanno quindi tirato una bottiglia per poi picchiarlo.

Dario, fortunatamente, ha trovato rifugio presso un negozio di Kebab ed è dunque riuscito a salvarsi. Il tribunale ha condannato due aggressori: il macellaio Joshua O’Leary, 23 anni, e un magazziniere, Alfred Young, 19 anni. L’identità del terzo aggressore, considerato il leader, è rimasta ignota.

Gli aggressori eviteranno il carcere poiché incensurati, ma passeranno un anno in una comunità di recupero nella quale svolgeranno servizio civile. Il giovane Dario è stato considerato dai suoi aggressori come musulmano a causa dei suoi capelli e della sua barba scura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *