F3: Sophia Floersch ringrazia Dallara

Reading Time: 1 minute

Tramite un messaggio su Instagram la 17enne pilota Sophia Floersch ringrazia il sostegno datole dai fans di tutto il mondo dopo il suo terribile incidente, annunciando di dover rimanere a Macao ancora per qualche giorno in attesa che la frattura spinale si rinsaldi. Ma, in particolare, è grata al costruttore italiano Dallara per aver costruito un telaio in grado di resistere all’urto, salvandole la vita.

Un grande grazie allo staff medico di Macao, al locale staff di soccorso della Fia, al dr. Riccardo Ceccarelli, al mio team e ai miei compagni di squadra che hanno sofferto con me, siete fantastici, tornerò. E comunque la Dallara ha costruito davvero un grande telaio

La giovane è stata protagonista di un tremendo incidente occorso durante il Gran Premio di Formula 3 a Macao, nel quale è letteralmente decollata oltre le barriere di protezione andando a schiantarsi contro una struttura che ospita i fotografi.

LEGGI ANCHE: Giocatori scorretti: l’Academy Novara costretta a ritirare la propria squadra

Le immagini riprese dai tifosi hanno fatto il giro del mondo ma non mostrano, di preciso, le cause scatenanti del volo della Floersch. Sul casoè in corso un’inchiesta interna della Federazione Internazionale dell’Automobile. Le ipotesi sono molteplici, ma la più accreditata sembra attribuire la colpa ad una bandiera gialla sventolata da alcuni commissari, nonostante la situazione di pericolo fosse terminata e la corsa fosse ripresa.

Alcuni piloti avrebbero rallentato subito alla vista della bandiera, mentre Floersch, che sopraggiungeva dalle retrovie, era impossibilitata ad accorgersene per via della conformazione del circuito di Macao ed avrebbe impattato a più di 270 km/h contro la ruota posteriore perdendo il controllo della sua monoposto.

Qui le immagini dello schianto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *