Giappone, il ministro alla cybersicurezza non sa usare il PC

Reading Time: 1 minute

Quando si pensa al Giappone, nell’immaginario collettivo, lo si considera una paese all’avanguardia. Da sempre tecnologicamente avanzato, Il Giappone è considerato uno dei paesi con un’efficienza impeccabile.

Il neo ministro Yoshitaka Sakurada però compie uno scivolone che forse ci farà ricredere sulla rigorosità tipica dei nipponici. Sakurada ha appena avuto dal governo di Shinzo Abe la delega alla cybersicurezza.

LEGGI ANCHE: Il Black Friday sta arrivando. In arrivo tanti sconti

Il ministro giapponese 68enne, durante un “question time”, alla domanda relativa alla sicurezza sui dispositivi USB ha risposto:

Non conosco molto bene i dettagli, potrei portarvi un esperto in grado di rispondere? Non so usare il pc, non l’ho mai usato. Quando avevo necessità di utilizzarlo, delegavo tutto a tecnici e segretari.

Davvero una pessima ammissione, considerando che ha tra le sue mani una responsabilità non da poco. Il ministro comunque non è nuovo a queste gaffe. A lui infatti fu affidata la delega per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Anche in quell’occasione dimostrò di avere gravi lacune sull’argomento.

Ovviamente la situazione è stata sfruttata dall’opposizione e ci si domanda se il Giappone debba realmente avere a capo della cybersicurezza un ministro a digiuno di tale argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *